09.01.2014 ūüôā Racconto di una Crociera in Barca a Vela in Croazia alle¬†Isole incoronate fino alle cascate di krka¬†:

Dirigiamo la prua in direzione est fino al litorale croato di Sebenico dove sono paolo lazzari lo skipperposizionate le otto isole maggiori e una quarantina di isolotti. Sono quasi tutte deserte, escluse quelle pi√Ļ vicine alla terraferma: Zlarin, Prvic e Krapanj e la pi√Ļ distante ¬†Zirje che incrociamo provenienti dalle Kornati. Di solito si costeggia il lato meridionale, si passa vicino a Tratina dove vi √® un¬†buo ancoraggio nella sua insenatura.

Sempre a vela tra un bordo ed un altro, andiamo verso le insenature piu’ lontane di Vela e Mali Stupice avendo come punto cospicuo il faro di Blitvenica che √® distante appena qualche miglio verso il mare aperto. Si puo’ fare una sosta a Vela Stupica alla fonda per un po’ di relax e fare un bel tuffo in queste acque meravigliose. Guardando verso la terraferma e la costa settentrionale si possono notare i paesini e le baie di Koromasna, molto buona per stare in rada, la baietta di Mikavica e Muni piu’ a nordovest che √® posto dove arriva il ferry boat da Sebenico. Si pu√≤ ormeggiare in questo posto e ¬†fare una escursione a piedi fino a Zirje, il paese si trova in una piccola conca al centro dell’isola che, nonostante lo stato di abbandono, continua a vivere con i ritmi di un tempo. A questo punto raggiungere Kakan e Kaprije √® d’obbligo, il suo canale ¬†√® abbastanza protetto da Mali Borovnjak e Veliki , sempre meta di diversi yacht.

La baia dell’isola di¬†Kakan √® un posto spettacolare, ha dei fondali veramente belli √® l’occasione per un nuovo tuffo nel blu √® propizia, a volte ci fermiamo anche al gavitello per tutta la sera e la notte, uno spettacolo di mare con i riflessi della luna che penetrano nei fondali, sotto un cielo stellato e profumo di pino che arriva dagli isolotti intorno.

La nostra Vacanza in Barca a Vela in Croazia¬†ci porta adesso verso il porto di Kaprije che √® posizionato all’interno dell’isola, questo posto in luglio e Agosto si riempie di turisti che arrivano da Sebenico in giornata ad animare un po’ le calde giornate croate. Piu’ avanti ancora troviamo una piccola isola chiamata¬†Tijat e¬†l’ insenatura di Tijascica ,anche questo ¬†posto frequentato da gente proveniente dalle localit√† vicine.

Zlarin,¬†Prvik¬†e Krapanj sono le tre isole piu’ vicine al continente, sono abitate e interessanti da vedere. A Prvik lontana ¬†ci sono due ridenti villaggi e a Sepurine che si estende lungo un pezzo di terra fino al mare, si possono ammirare belle case bianche e¬†due

Ravni Zakanpiccoli moli ma che non fanno al nostro caso, lo spazio e ristretto per un ormeggio. Si puo ormeggiare sul molo piu’ a sud anche se √® utilizzato per lo scalo del traghetto che proviene da Sibenik . La nostra vacanza in barca a vela prosegue attraversando Zlarin che dista poco dalla costa croata; la cittadina di Zlarino ai tempi dell’Impero Austro Ungarico era una meta importante¬†dove facevano spesso scalo anche i militari, l’ormeggio in porto √® fatto da un molo di un centinaio di metri dove trovano posto sia i ferry boat che le barche per i turisti e anche diportisti di passaggio.

Nella parte piu’ a nord dell’isola si intravede Krapanj che √® l’unico centro abitato e molto vicino al continente, esso era famoso per la ¬†raccolta dei coralli e spugne, una volta unica fonte di reddito degli isolani oltre la pesca. . Arrivati a a Krapanj abbiamo concluso una parte della nostra crociera in barca a vela in questo dedalo di isole.

Vodice e¬†Tribunj¬†: Volgiamo la prua verso il canale di Sebenico per arrivare a Tribunj, piccola e pittoresca localit√†, il suo centro storico si √® sviluppato su di un’isola che √® collegata attraverso un ponte al continente. Troviamo anche un moderno marina attrezzato per il diporto dove si organizzano molte regate durante la stagione. ¬†Poco pi√Ļ avanti c√® Vodice che √® un centro turistico importante, pieno¬†di hotel, konoba e negozi con un grande porto e marina che ospita centinaia di barche a vela anche a noleggio.

Piu’ avanti ancora con la nostra barca a vela entriamo nel canale, passiamo al traverso del Fortino Veneziano di San Nicola che delimita l’ingresso alla citt√† di Sebenico, volendo si puo ormeggiare all’inglese del forte per visitarlo. Sibenik con la sua famosa Cattedrale Romanica di San Giacomo che porta anche la firma di Niccolo’ Fiorentino, oggi √® Patrimonio protetto Unesco. Le numerosi fortezze visibili sulla collina piu’ in alto danno l’idea di una citt√† ben difesa dalle invasioni, oggi invece arriviamo noi con le nostre barche a vela…molto meglio. Spesso facciamo una sosta anche per fare rifornimenti e carburante in citt√†. Proseguiamo ancora verso

famiglia di cigni a Srkadin

sinistra e iniziamo a penetrare nella terra ferma lungo il corso inferiore del fiume Krka che collega la citt√† sempre in barca fino a Skradin. Lungo questo tragitto vediamo sia a dritta che a sinistra allevamenti di cozze e ostriche, manca solo lo champagne, spesso ci fermiamo al ritorno ci fermiamo per fare rifornimento e poi facciamo festa a bordo. Ad un certo punto dopo il primo e altissimo ponte e qualche spericolato che si lancia con le corde elastiche per fare Jumping, intravediamo la cittadina di Zaton dove si trova un piccolo centro nella baia di Dobri Dolac, continuiamo ancora in mezzo ad alte falesie simili ai Canyon e pini arrampicati sulle rocce e ¬†arriviamo finalmente nel grande lago di Prokjan che delimita l’ultimo ingresso tra le rocce .

Per arrivare a Skradin, meta famosa per le sue cascate, dobbiamo ancora percorre con la nostra barca a vela e sempre all’interno del continente ancora un paio di miglia. Dopo l’ultimo ponte che si inarca tra le rocce , a prua si vede il tipico e pacifico ambiente di lago e acqua pulita che da salata ¬†e salendo ancora si incrocia e diventa sempre piu’ dolce; ¬†adesso entrati nella piccola citt√† di Skradin ci troviamo a sinistra gli ormeggi dell’attrezzato Aci Marina e in fondo sulla banchina di riva sotto il verde degli alberi l’ormeggio comunale. Preferiamo quasi sempre l’ormeggio comunale sia perch√® costa meno ma ¬†anche per essere piu’ a contatto diretto con questo fantastico posto. Ecco che accade una cosa atipica, appena ormeggiati ci viene incontro una famiglia di cigni con i loro piccoli, non capita tutti i giorni di fare una vacanza in barca a vela in Croazia e ritrovarsi in un posto cosi’ magico dove i cigni vengono a chiederti qualcosa da mangiare sotto la poppa; manca ancora da visitare le famose Cascate di Krka¬†, lo faremo domattina e poi siamo a posto. Il nostro viaggio in barca a vela in Croazia prosegue….

cascate di krka a skradin